Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sezioni

Nuova regione a produzione positiva di energia nelle Alpi francesi

13/01/2014

Le città di Chambéry, Annecy e il Parco naturale regionale del Massiccio dei Bauges vogliono diventare una regione a produzione positiva di energia.

Da diversi punti di vista si tratta di un progetto pilota del tutto particolare: il Parco naturale regionale del Massiccio dei Bauges, le agglomerazioni urbane di Chambéry Métropole e Annecy vogliono diventare una regione a produzione positiva di energia. Un aspetto non comune per la Francia è la partnership tra aree urbane e rurali, tra importanti centri urbani e un'area protetta. Nell'intera regione vivono 350.000 persone.

Nella prima settimana di dicembre si è svolta la manifestazione ufficiale di apertura della regione dell'energia. Essa si propone l'obiettivo di raggiungere entro il 2050 un equilibrio tra la produzione e il consumo di energia. A tal fine occorre da un lato introdurre incentivi politici per ridurre il consumo di energia, dall'altro promuovere lo sviluppo delle energie rinnovabili. Come realizzare tali obiettivi, sarà deciso da ciascuno dei tre partner, sotto il coordinamento del Parco naturale. Lo sviluppo di un modello di governance costituisce una parte integrante del progetto.

Le città di Chambéry e Annecy hanno ottenuto entrambe il titolo di "Città alpina dell'anno" per il loro impegno per lo sviluppo sostenibile e collaborano, con le rispettive agglomerazioni, con circa 300 comuni da tutto lo spazio alpino all'interno della Rete di comuni "Alleanza nelle Alpi". La prima regione a produzione positiva di energia delle Alpi francesi è il Pays SUD, regione pilota del progetto Alpstar.

Fonte: alpMedia 12/2013, www.cipra.org/it/alpmedia/notizie-it/4970/

Gap Chambéry Brig-Glis Sondrio Sonthofen Herisau Trento Bolzano Bad Reichenhall Bad Aussee Belluno Villach Maribor Idrija Annecy Lecco Chamonix Tolmin Tolmezzo karte_alpen.png

 

 

 

 
Strumenti personali